GIUSEPPE SPOSO E ARTIGIANO: RIFLESSIONI PER CHI FA IMPRESA

La figura del santo “imprenditore”, padre putativo di Gesù, al centro del primo ritiro spirituale promosso da Asgi presso l’Istituto degli Oblati di san Giuseppe

ASTI – Guidato da padre Luigi Testa osj, responsabile della Congregazione degli Oblati per i rapporti con il mondo imprenditoriale e assistente ecclesiastico nazionale dell’Associazione San Giuseppe Imprenditore, si è tenuto ad Asti lo scorso 5 ottobre il primo ritiro spirituale dell’associazione, alla presenza di consiglieri e soci. L’intensa giornata di riflessione e preghiera, culminata nella santa messa celebrata presso il santuario di san Giuseppe, ha avuto due momenti di studio attraverso le due meditazioni proposte da padre Testa: “San Giuseppe sposo di Maria e padre di Gesù” nella mattinata, “Nella vita a Nazaret, il lavoro” nel pomeriggio, dopo il pranzo consumato insieme agli Oblati nel refettorio della casa madre. Di grande valore teologico e artistico il percorso guidato alla scoperta della “Galleria di san Giuseppe”, l’area museale che in un’ala dell’istituto astigiano accoglie le opere di due pittori che hanno dedicato il loro talento al racconto della figura di san Giuseppe: l‘italiano Franco Verri e il brasiliano Sergio Ceron. Proprio Ceron ha accompagnato i visitatori illustrando gli elementi simbolici che, nelle dodici tavole esposte, connettono idealmente Abramo a Giuseppe d’Egitto e a Giuseppe di Nazareth.

Be the first to comment

Leave a comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: