TELEFONO ARANCIONE: SERVONO FONDI PER AIUTARE CHI VUOLE RIMETTERSI IN CAMMINO

Il presidente Orsenigo lancia un appello urgente e invita tutti i soci, gli amici e gli imprenditori a sostenere le persone aiutate dal Telefono Arancione a ritrovare speranza, fiducia e lavoro

Un caso del Telefono Arancione: da 12 mesi siamo in contatto con Roberto, ex imprenditore del settore alimentare, colpito dal Parkinson, abbandonato dalla famiglia, assistito dalla madre novantenne e con la proprietà
prossima all’asta. Noi lo aiutiamo come possiamo: prima di tutto, non lo abbandoniamo.

Caro Collega, l’Associazione San Giuseppe Imprenditore, da me fondata nel 2012, ha sostanzialmente l’obiettivo di aiutare, attraverso il servizio del Telefono Arancione, con consigli tecnici e umani soprattutto sul piano decisionale, i colleghi sfortunati in grave difficoltà e bloccati dalla vergogna. Basta suicidi (nell’indifferenza generale abbiamo superato quota mille), basta tragedie per ragioni economiche, basta famiglie distrutte negli affetti e nei patrimoni personali frutto di una vita di lavoro. La vergogna, alla quale poi, a tragedia consumata, si unisce la rabbia della famiglia, è la regina incontrastata.

Oltre all’appoggio morale, all’assistenza spirituale e al supporto tecnico-consulenziale garantito da preparati e generosi professionisti, noi del Telefono Arancione completiamo il nostro intervento, là dove attentamente serve, con piccoli aiuti economici, per pagare una bolletta o dare un poco di benzina a chi non arriva a fine mese e vuole con orgoglio continuare a lavorare per non morire del tutto. Non per niente noi imprenditori siamo degli eroi indomabili… e gli eroi tra di loro si aiutano sempre, non lasciano indietro nessuno! Ricordiamoci con orgoglio, caro collega, che fare impresa e creare sani e durevoli posti di lavoro è la professione più bella al mondo! Pensandoci bene noi abbiamo due importanti colleghi: san Giuseppe e Gesù!

L’esperienza di questi primi anni di attività del Telefono Arancione, unita al nostro non sopito spirito imprenditoriale, ha fatto sì che molti utenti, diventati amici e soci, sono rimasti in contatto con noi per trovare forza morale e nuove idee. Così è nata la Compagnia delle Idee, gratuita agenzia di solidarietà per lo scambio di contatti, opportunità, proposte concrete, idee e progetti di microimprenditorialità eccetera. Oggi contiamo qualche decina di colleghi che ci ringraziano di cuore e hanno rialzato la testa.

Quindi, non solo ti chiedo di fare una libera donazione per il Telefono Arancione all’Associazione San Giuseppe Imprenditore, secondo le tue volontà e possibilità, ma anche di diffondere questo nostro appello ad amici e conoscenti.

COME SOSTENERE IL TELEFONO ARANCIONE

Per sostenere il Telefono Arancione e le persone che sono aiutate in modo concreto, puoi sottoscrivere

una delle seguenti quote di adesione annuale:

  • socio amico: € 250,00;
  • socio sostenitore: € 500,00;
  • socio finanziatore: in forme e modalità da concordare (contattami al 342.3890482 o scrivimi: orsenigolorenzo@gmail.com oppure presidenza@sangiuseppeimprenditore.it).

Puoi effettuare un versamento:

  • tramite bonifico bancario sul nostro conto corrente (Bcc CRA di Cantù) utilizzando il seguente Iban: IT97A0843051060000000961885;
  • mediante Paypal o carta di credito sul sito www.sangiuseppeimprenditore.it, pagina “Donazioni”.

Lorenzo Orsenigo

Presidente San Giuseppe Imprenditore

3423890482

Be the first to comment

Leave a comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: