CIRCUITOLINX, L’ECONOMIA CHE PUO’ RIGENERARSI DA SOLA

«Siamo entrati a far parte di CircuitoLinx, una rete chiusa di imprese profit e non profit che comprano e vendono attraverso un’unità di conto, il linx, che vale esattamente uno a uno con l’euro. Si tratta di un innovativo metodo di scambio di beni e servizi in cambio di crediti che possono essere riscossi acquistando dalle altre imprese iscritte; stesso principio per i debiti che possono essere estinti offrendo prodotti e servizi. Per la nostra associazione è una modalità concreta di fare rete con tante micro e piccole imprese e aumentare le opportunità di business per i nostri associati, anche quelli che causa coronavirus hanno attraversato e ancora attraversano una fase di difficoltà»: così Lorenzo Orsenigo, presidente dell’Associazione San Giuseppe Imprenditore, spiega le ragioni che hanno portato l’ASGI ad aderire al CircuitoLinx lombardo, guidato dall’amministratore delegato Gianluigi Viganò.

«CircuitoLinx è una leva addizionale per avere un accesso facilitato al credito, trattenere liquidità e rimettere in circolo la ricchezza sul territorio grazie al proprio lavoro», afferma Viganò. Ma quali sono gli obiettivi di una rete di economia circolare? Sono molteplici: unire tutti gli attori economici del territorio, valorizzare e favorire la nascita di nuove relazioni, promuovere consumi e produzioni di aziende locali, supportare con un pagamento complementare. «Linx rappresenta un baratto multi-canale, multi-società e multi-servizio, in grado di accelerare la domanda e l’offerta. Si accelerano così delle transazioni che all’interno del mondo euro non avverrebbero per mancanza di liquidità», conclude Viganò. Per informazioni si può scrivere a info@circuitolinx.net o chiamare il numero 039.9909482.

Be the first to comment

Leave a comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: